madrid


madrid/inizio.txt · ultima modifica: 2008/01/28 03:57 da master

[mostra sorgente][revisioni precedenti]

Testo e immagini tratti da Wikipedia e rilasciati secondo gli stessi termini.

Madrid

La città di Madrid è la capitale della Spagna. Gli abitanti sono chiamati madrileni (madrileños in spagnolo).

E' inoltre il comune più popoloso del Paese, il terzo dell'Unione Europea, dopo Londra e Berlino.

Situata nell'altipiano della Meseta, è una delle capitali più alte d'Europa, trovandosi a 667 metri di altitudine (Andorra la Vella, capitale d'Andorra è sita più in alto, a 1.070m d'altitudine).

Clima

Il clima di Madrid è mediterraneo di tipo continentale ed è molto influenzato dalle condizioni urbane. Gli inverni sono freschi, con temperature spesso inferiori agli 8°, e con gelate notturne e nevicate occasionali. Le estati sono molto calde con temperature medie che superano i 24° a luglio ed agosto, con massime che spesso arrivano fino a 35°.

Osservatorio del Parque del Retiro

1971-2000genfebmaraprmaggiulugagosetottnovdicTOTALE
Media delle temp. massime (°C)9,712,015,717,521,426,931,230,726,019,013,410,119,4
Media delle temp. minime (°C)2,63,75,67,210,715,118,418,215,010,26,03,89,7
Precipitazioni (mm)373526475225151028495656436

Osservatorio dell'Aeroporto di Barajas

1971-2000genfebmaraprmaggiulugagosetottnovdicTOTALE
Media delle temp. massime (°C)10,612,916,318,022,328,233,032,427,620,614,711,020,6
Media delle temp. minime (°C)0,31,53,25,48,813,016,116,012,78,33,81,87,6
Precipitazioni (mm)333423394726111224394848386

Economia

La città ha conosciuto un grande sviluppo economico da quando fu scelta come capitale del regno, alla funzione amministrativa che svolse da quel periodo, accentuata dal carattere centralista del governo dei Borboni, si unì un grande sviluppo industriale a partire dalla metà del XX secolo, soprattutto nei settori chimico e metallurgico e altri settori connessi con i consumi urbani di tecnologie avanzate, come la meccanica di precisione, l'elettronica e la chimica farmaceutica.

Negli ultimi anni alle tradizionali attività amministrative e finanziarie si sono unite altre attività legate al turismo, alla cultura ed al divertimento, il culmine di questo processo si è avuto nel 1992 con la nomina di Madrid come capitale europea della cultura.

La regione di Madrid

Per quel che riguarda la regione, Madrid è una delle 17 regioni autonome (comunidades autonómicas in spagnolo) della Spagna. È situata al centro della penisola iberica, altre località importanti sono Alcalá de Henares, San Lorenzo de El Escorial, e Aranjuez. La regione occupa un territorio di 8.028 km² ed ha 5.423.384 abitanti (censimento del 2001).

Luoghi d'interesse

Tra i luoghi da visitare ricordiamo, il Museo del Prado, il Museo Thyssen-Bornemisza, il Centro di arte della regina Sofía (dove si trova il famoso Guernica di Pablo Picasso), il Palacio Real, la Puerta del Sol in cui è situata la placca del chilometro zero (utilizzata per il calcolo delle distanze nello Stato spagnolo) ed in cui i madrileni si riuniscono ogni fine anno per aspettare il nuovo anno mangiando un chicco di uva per ognuno dei dodici rintocchi della mezzanotte, la vicina “Plaza Mayor” (in cui tutti i fine settimana si svolge il mercatino numismatico e, nel periodo natalizio, quello dei presepi), il Parco del Retiro, e nelle vicinanze il monastero e il palazzo del Escorial, Santa Cruz del Valle de los Caídos e le città di Toledo, Segovia, Ávila e Aranjuez. Da segnalare, soprattutto ai turisti italiani, la piccola chiesa dedicata a san Nicola di Bari, nei pressi di Plaza Mayor.

Il nucleo urbano originario situato all'interno delle antiche mura non subì modificazioni significative fino alla metà dell'800, periodo nel quale si demolirono case e conventi per creare nuove strade e piazze. All'inizio del 1900 la città conservava comunque ancora buona parte dell'aspetto della vecchia città.

Nei primi 30 anni del XX secolo la popolazione quasi raddoppiò sfiorando il milione di abitanti. L'espansione della città fece sì che fossero inglobati alcuni paesi situati lungo le vie di comunicazione principali, fino a quel momento separati dalla capitale: verso sud Carabanchel, verso nord Chamartin, verso Valencia Vallecas, verso Zaragoza Vicalvaro e Canillas, e verso Burgos Fuencarral.

Nuovi sobborghi come Ventas, Tetuan o il Carmen accolsero il ceto proletario proveniente dalla campagna, mentre nei quartieri ottenuti nel centro con gli allargamenti e le demolizioni si installava la borghesia. Nello stesso periodo si aprì la Gran Via allo scopo di decongestionare il centro storico e nel 1919 si inaugurò la metropolitana.

La guerra civile recò molti danni alla città, specialmente nella zona di nord-est, successivamente la città si ingrandì ulteriormente annettendo altri municipi, passando dai 66 km² ai 607 km² attuali.

Nel 1963 il piano regolatore metropolitano diede inizio all'opera di decentramento, creando nuovi municipi metropolitani quali Alcorcón, Alcobendas, Coslada, Getafe, Leganés, San Sebastián de los Reyes e San Fernando de Henares. Un nuovo piano regolatore nel 1985 ha continuato nell'opera di decentramento proponendo anche il recupero del fiume che attraversa la città, il Manzanarre. Negli ultimi anni la popolazione è in diminuzione a causa soprattutto dell'aumento dei prezzi delle case.

Madrid è servito dall'aeroporto internazionale di Barajas e, nonostante abbia una popolazione di circa 3 milioni di abitanti, ha una delle più sviluppate reti di metropolitana del mondo, con dodici linee.